Cerca nel sito

Countdown iscrizione contest

In questo momento non ci sono contest in programma ai quali è possibile iscriversi.

Blyxa japonica


Blyxa japonica


Blyxa japonica - Foto di: Enrico Serena


Bellissima pianta prettamente acquatica, ha un portamento davvero unico e in condizioni ottimali assume una colorazione spettacolare. Si tratta però di un'essenza molto esigente e delicata, non facile da coltivare in acquario

 

Fotogallery Blyxa japonica

 

Nome scientifico:

Blyxa japonica


Nomi comuni:

Blyxa
Bamboo Plant


Famiglia:

Hydrocharitaceae


Origine:

Asia sud-orientale (rinvenibile soprattutto in India, Taiwan, Nuova Guinea, Cina meridionale e Giappone, sia in piccoli ruscelli sia in zone ad acqua stagnante come risaie e paludi).


Morfologia:

si tratta di una vera pianta acquatica, non in grado quindi di vivere in emersione. E' composta da un rizoma da cui dipartono brevi fusti eretti su cui si sviluppa il fogliame. Le foglie sono lineari, strette e lunghe, alternate e con estremità appuntita. Con la crescita la pianta assume una disposizione quasi a rosetta ed il fogliame mostra una colorazione che può andare dal verde al marrone ramato, fino al rosso con riflessi dorati, a seconda di luce e nutrienti.
A seconda delle condizioni di coltivazione offerte muta anche l'altezza massima che la pianta può raggiungere, in genere compresa tra 7 e 15 cm.


La Crescita:

su fondo adatto Blyxa japonica sviluppa un apparato radicale non indifferente e successivamente inizia a produrre nuovi germogli a livello basale. La rapidità di crescita delle singole piante è di livello medio.


Valori Acquario:

PH: 5,5 / 7,2
GH: 5 / 15 °dGH
Temperatura: 22 / 28 °C
Luce: da media a molto forte


Allestimento Acquario:

il fondo ideale per Blyxa japonica dev'essere morbido, poroso, maturo e ricco di nutrienti. Fondi troppo fini e compatti, o con granulometria eccessiva, non sono adatti a questa pianta. Blyxa japonica in genere soffre parecchio i cambi di acquario, ed anche i semplici cambi di posizione in vasca, per questi motivi spesso stenta parecchio prima di mostrare una condizione decente, occorre pazientare ... comunque avere un fondo già maturo e ricco risulta un ottimo aiuto in queste situazioni critiche di adattamento, per questo motivo sconsiglio l'inserimento di questa pianta in acquari appena allestiti.


Fertilizzazione:

è una pianta molto esigente, la fertilizzazione dev'essere completa e ben bilanciata, sia a livello di macro che di micro-nutrienti. Soffre in particolar modo la carenza di Fosfati (PO4), macronutriente che se in carenza può portare rapidamente questa pianta ad un completo stallo vegetativo. Indispensabile anche una costante ed ottimale concentrazione di CO2, consiglio quindi vivamente di installare un buon impianto CO2.


Posizione In Acquario:

a seconda della dimensione della vasca può essere impiegata sia nel primo piano sia nel medio piano. Io la trovo ideale come elemento di transizione tra le essenze da prato di primo piano e le piante a stelo, o per attorniare gruppi rocciosi di medio-grandi dimensioni.


Modalità di Riproduzione:

in condizioni ottimali può generare dei piccolissimi fiori bianchi, ermafroditi, da cui vengono rilasciate cellule staminali dalle quali, anche a distanza di mesi, possono prendere vita nuove plantule. Anche in acquario può osservarsi tale fenomeno.
Un modo più rapido per riprodurre la pianta è comunque quello di intervenire sui nuovi germogli che si formano a livello basale, rimuoverli e piantarli singolarmente nel fondale; in tal modo ne otterremo una propagazione più rapida e controllata.


Inserimento in Acquario:

al momento dell'acquisto la pianta si presenta sotto forma di un piccolo ammasso divisibile in varie piantine. Separate dunque le varie piantine e mettetele a dimora singolarmente, a pochi cm di distanza una dall'altra. Come detto in precedenza il fondo dev'essere morbido, poroso e preferibilmente già maturo. La pianta proviene già da coltura in sommersione e non c'è quindi necessità di potarla drasticamente.
Questa pianta non ama stare in mezzo al flusso di corrente, evitate quindi di posizionarla ove la madata del filtro possa investirla in pieno.




Ultimo aggiornamento (Lunedì 25 Ottobre 2010 17:59)

 

Iscriviti al sito/forum di AE

Ultime dal forum
Re: presentazione
Inviato da Dreddone
20/07/2017 10:00
Re: Aquatlantis Ambiance 101
Inviato da Andrea Perotti
19/07/2017 20:00
carenza/eccesso hygrophyla
Inviato da Fletcher+8
18/07/2017 12:06
Re: Ticino ... ispirazioni rocciose
Inviato da marco66
16/07/2017 09:58
Equo Allium
Inviato da EQUO SRL
15/07/2017 15:28
Re: Barbus tetrazona malato?
Inviato da Peximus
13/07/2017 15:09
Re: ricetta per fondo da prato
Inviato da vinga
2/07/2017 13:29
Re: Ticino - Golasecca - 25 Giugno 2017
Inviato da Andrea Perotti
29/06/2017 22:26
Re: Patina "oleosa" biancastra
Inviato da marco66
21/06/2017 19:36
Re: Nano Acquario per caridine.
Inviato da parnic69
17/06/2017 10:40
Calendario eventi
Luglio 2017
L M M G V S D
26 27 28 29 30 1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31 1 2 3 4 5 6
Prossimi eventi
Nessun evento
Dalle Fotogallery
Negozi Convenzionati

http://www.Petpassion.it

http://www.acquarishop.it/

Lo staff di AquaExperience ricorda che i contenuti degli articoli e delle schede presenti in questo sito sono frutto di esperienze personali e pertanto spesso non ripercorribili con medesimi risultati in altre sedi e in altri acquari. Ciò che funziona perfettamente in un acquario potrebbe non funzionare per nulla in un altro. Lo staff di AquaExperience e gli autori del materiale in esso presentato non potranno quindi in alcun modo essere considerati responsabili per eventuali danni a persone, cose o animali derivanti dall'applicazione dei contenuti di tale materiale.