Cerca nel sito

Countdown iscrizione contest

In questo momento non ci sono contest in programma ai quali è possibile iscriversi.

Eleocharis parvula


Eleocharis parvula
(Roem. & Schult.)

Eleocharis parvula - Foto di: Andrea Perotti

Eleocharis parvula - Foto di: Andrea Perotti

 


Meravigliosa pianta palustre che in acquario forma compatti ed accattivanti prati sommersi. Molto versatile e dalle poche esigenze, se però volete coltivarla al massimo del suo splendore un impianto CO2 ed una forte illuminazione saranno pressochè indispensabili.

 

 

Fotogallery Eleocharis parvula


Nome scientifico:

Eleocharis parvula


Nomi comuni:

nessuno segnalato


Famiglia:

Cyperaceae


Origine:

rinvenibile soprattutto in Nord America, in Africa ed in Europa, si tratta comunque di una pianta cosmopolita.


Morfologia:

piccola pianta aghiforme a rosetta. In condizioni idonee stolona e produce nuove piantine con sorprendente rapidità, andando in breve tempo a colonizzare tutto il fondale a sua disposizione e formando un fitto manto erboso. L'altezza massima in acquario dipende dalle condizioni offerte, soprattutto in termini di luce, e può variare da 2 a 10 cm. Eleocharis parvula viene solitamente dalle Aziende prodruttrici coltivata in serra in emersione, per questo motivo al momento dell'acquisto le foglie aghiformi sono molto più lunghe e la pianta può essere facilmente confusa con la sorella maggiore Eleocharis acicularis. Una volta adattata alla sommersione invece sarà praticamente impossibile confonderla con la E. acicularis, prorio per la netta differenza di lunghezza delle foglie (maggiore in E. acicularis e minore in E. parvula).
Recentemente questa pianta viene presentata in negozio nell'innovativa formula denominata "in cup", con la pianta immersa in un liquido altamente nutritivo e con fogliame già molto corto, vi raccomando in tal caso di seguire scrupolosamente le indicazioni date dall'Azienda prodruttrice, ovvero evitate di riversare in acquario il liquido nutritivo che riempe la "cup", ed anzi sciacquate molto attentamente la piantina prima della messa a dimora.


La Crescita:

pianta a crescita media. Tutto dipende comunque dalle condizioni offerte, in particolare da luce, CO2, qualità e granulometria del fondo.


Valori Acquario:

PH: 6,0 / 8,0
GH: 5 / 15 °dGH
Temperatura: 10 / 28 °C
Luce: da media a molto forte


Allestimento Acquario:

l’apparato radicale, per ben svilupparsi, necessita di un fondo morbido, poroso, a granulometria fine e ricco di sostante nutritive. Può vivere discretamente anche con luce media, denotando però in tal caso una crescita lenta e meno compatta, con foglie più lunghe e fini, se vogliamo coltivarla quindi al massimo delle sue potenzialità è necessario offrire un'illuminazione forte ed installare un impianto CO2. In fase di attecchimento è sconsigliata la presenza di animali che per loro natura tendano a smuovere incessantemente il primo strato del fondale, ad esempio Corydoras spp..


Fertilizzazione:

di poche esigenze, è una pianta che si nutre prevalentemente dal fondale, per cui la fertilizzazione in colonna ha una valenza minore. Importante invece la somministrazione di CO2 e saltuariamente (soprattutto dopo potature drastiche) l'inserimento periodico nel fondale di tabs o capsule specifiche di fertilizzante a lenta cessione.


Posizione In Acquario:

adatta alla zona anteriore della vasca e/o per attorniare la base di gruppi rocciosi. In allestimenti in stile "Iwagumi" viene spesso usata per coprire l'intera superficie piantumabile dell'acquario.


Modalità di Riproduzione:

in natura si riproduce grazie a minuscole infiorescenze prodotte in emersione, evento pressochè impensabile in acquario, ove l'unico modo per riprodursi è la stolonatura o, volendo, il taglio e lo spostamento di porzioni di stolonatura. Sotto un'illuminazione intensa consiglio di potare frequentemente questa pianta, con forbici specifiche a punta curva ben affilate, la pianta reagirà rapidamente producendo foglie sempre più piccole, otterrete così una crescita più compatta e densa.


Inserimento in Acquario:

come già spiegato in "Morfologia" la pianta viene presentata nei negozi in due differenti modalità, ovvero o da coltura in idroponica (vasetto con grodan) o nella più recente formula in "cup" (completamente immersa in un liquido altamente nutritivo). Nel caso di pianta coltivata in idroponica noteremo foglie molto allungate, al punto da far facilmente scambiare la pianta per la "sorella maggiore" Eleocharis acicularis, nel caso di pianta in "cup" avremo invece foglie molto molto corte (anche di doli 2 cm) e in genere di colorazione più chiara. In entrambi i casi al momento della messa a dimora in acquario la pianta va divisa in tante piccole porzioni, da piantare sparse a pochi cm di distanza l'una dall'altra. Se da coltivazione in idroponica occorre ovviamente eliminare minuziosamente tutto il grodan prima della piantumazione, la pianta dovrà inizialmente affrontare e superare una fase di muta del fogliame, da forma emersa a forma sommersa, il che potrebbe richiedere anche qualche settimana di apparente stallo vegetativo. La pianta in "cup" invece è in genere più rapida nell'adattamento e nella ripresa vegetativa, risultando però più fragile e delicata, sciacquate sempre per bene la pianta prima dell'inserimento onde eliminare ogni minimo residuo di liquido nutritivo presente nella confezione.

 

 

 

Eleocharis parvula appena messa a dimora - Foto di: Andrea Perotti

Eleocharis parvula 8 settimane dopo - Foto di: Andrea Perotti

Ultimo aggiornamento (Mercoledì 20 Ottobre 2010 12:49)

 

Iscriviti al sito/forum di AE

Ultime dal forum
Re: presentazione
Inviato da Dreddone
20/07/2017 10:00
Re: Aquatlantis Ambiance 101
Inviato da Andrea Perotti
19/07/2017 20:00
carenza/eccesso hygrophyla
Inviato da Fletcher+8
18/07/2017 12:06
Re: Ticino ... ispirazioni rocciose
Inviato da marco66
16/07/2017 09:58
Equo Allium
Inviato da EQUO SRL
15/07/2017 15:28
Re: Barbus tetrazona malato?
Inviato da Peximus
13/07/2017 15:09
Re: ricetta per fondo da prato
Inviato da vinga
2/07/2017 13:29
Re: Ticino - Golasecca - 25 Giugno 2017
Inviato da Andrea Perotti
29/06/2017 22:26
Re: Patina "oleosa" biancastra
Inviato da marco66
21/06/2017 19:36
Re: Nano Acquario per caridine.
Inviato da parnic69
17/06/2017 10:40
Calendario eventi
Luglio 2017
L M M G V S D
26 27 28 29 30 1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31 1 2 3 4 5 6
Prossimi eventi
Nessun evento
Dalle Fotogallery
Negozi Convenzionati

http://www.Petpassion.it

http://www.acquarishop.it/

Lo staff di AquaExperience ricorda che i contenuti degli articoli e delle schede presenti in questo sito sono frutto di esperienze personali e pertanto spesso non ripercorribili con medesimi risultati in altre sedi e in altri acquari. Ciò che funziona perfettamente in un acquario potrebbe non funzionare per nulla in un altro. Lo staff di AquaExperience e gli autori del materiale in esso presentato non potranno quindi in alcun modo essere considerati responsabili per eventuali danni a persone, cose o animali derivanti dall'applicazione dei contenuti di tale materiale.