Login    Iscriviti

Quale fondo fertile.....

L'ABC dell'avvio della vasca, dal negozio all'inserimento dei pesci: tecniche di conduzione, controllo dell'acqua, maturazione del filtro, acclimatazione degli abitanti, problematiche e dubbi riscontrati sia dal neofita sia dall'esperto.

Moderatore: Gruppo moderatori "Tecnica"

  • Autore
    Messaggio

Quale fondo fertile.....

Messaggioda Gazza » domenica 24 settembre 2017, 21:10

Ciao forse dovrò rifare la vasca un negozionte come fondo fertile che al momento non ho mai usato mi ha consigliato una cosa tipo questa :FONDO STARTER BIO BOX DELLA PRODIBIO, cmq una cosa del genere, che dite costa un po, quali altri fondi fertili consigliate?
Gazza
New entry
New entry
 
Messaggi: 17
Iscritto il: giovedì 21 settembre 2017, 20:52

Re: Quale fondo fertile.....

Messaggioda Andrea Perotti » lunedì 25 settembre 2017, 15:06

Ciao Gazza,

personalmente non ho mai provato quel fondo fertile, quindi non so cosa dirti al riguardo.

Comunque la scelta primaria che devi fare è quella tra "fondo unico" e "fondo stratificato". Nel primo caso si utilizza un fondo attivo che non necessita di essere ricoperto da uno strato di fondo inerte, quindi un fondo che possa rimanere direttamente a contatto con la "colonna" (l'acqua libera e visibile al di sopra del fondo). Nel secondo caso occorre invece acquistare due prodotti, ovvero un fondo attivo che necessita di ricopertura, ed uno fondo inerte da impiegare per coprire il fondo attivo.
La prima soluzione è in genere più costosa, ma da il vantaggio di poter un domani modificare un po' il layout, spostare arredi e piante (con le dovute precauzioni) senza compromettere la totalità del fondale (seppur se ne provochi comunque un'importante alterazione delle stratificazioni batteriche), la seconda soluzione invece è in genere meno onerosa, ma più limitante in ottica di future esigenza di importanti modifiche al layout, in quanto movimentando il fondo si rovinerebbe la stratificazione del fondo, provocando la risalita in colonna di parti di fondo attivo che è in quel caso di un tipo da non far venire a contatto con la colonna, in quanto molto inquinante nei suoi confronti.

Con le dovute attenzioni comunque, entrambe le soluzioni sono percorribili anche da un neofita.

Una terza ulteriore soluzione, spesso la più scelta dai neofiti, e se ho ben capito è quella che stai seguendo tu, è quella di utilizzare 100% materiale inerte, di granulometria corretta, arricchendolo di nutrienti in modo mirato mediante l'inserimento di apposite pasticche di fertilizzante per il fondo, da interrare in profondità nelle zone in cui vi sono le piante. Pasticche che poi ogni tot mesi andranno nuovamente inserite, a secondo delle caratteristiche del prodotto scelto e di come le si è sfruttate.

Se vuoi dare una lettura alla parte relativa al fondo presente nella prima parte della nostra "guida per principianti acquariofili", ti lascio qui il link: http://www.aquaexperience.it/index.php? ... &Itemid=13

Life is a game .... quindi palla lunga e pedalare...
Andrea Perotti
Autore amministratore
Autore amministratore

Avatar utente
 
Messaggi: 13925
Iscritto il: giovedì 19 novembre 2009, 1:21
Località: Prov. Varese

Re: Quale fondo fertile.....

Messaggioda Luca » lunedì 25 settembre 2017, 22:32

Personalmente mi trovo bene con un fondo unico, dove al più inserisco come primo strato del lapillo vulcanico per far insediare meglio la flora batterica... i vantaggi di unfondo unico già li ha esposti Andrea :)
(XXVII)
Luca
Moderatore - SpamHunter
Moderatore - SpamHunter

Avatar utente
 
Messaggi: 11634
Iscritto il: venerdì 6 agosto 2010, 22:28
Località: Roma

Torna a Gestione dell'acquario

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti