Login    Iscriviti

fertilizzazione fai da te

Richieste ed approfondimenti sulle tematiche relative a substrato, fertilizzazione, CO2, luce ed altri prodotti necessari alla coltivazione delle piante d'acquario, acquaterrario e paludario.

Moderatore: Gruppo moderatori "La flora"

  • Autore
    Messaggio

Re: fertilizzazione fai da te

Messaggioda paperino » domenica 28 gennaio 2018, 23:32

Quoto entrambi, nel mio caso utilizzerò un fertilizzante commerciale come base e integrerò i macro all'occorrenza. :)
Fra parentesi, ieri ho fatto nuovamente le analisi, e sono rimasto sbalordito: I Nitrati sono scesi a 5, i fosfati sono a 0, Ferro a 0 (prima della fertilizzazione, immediatamente dopo sale a 0,1), sceso anche il KH (da 4 a 2) e la conduttività (strano no?).
In pratica le piante con l'aggiunta della CO2 si stanno ciucciando tutto, purtroppo però scarseggiano P e Fe ( e forse anche N), che provvederò ad integrare (Con KHPO4, KNO3 e fertilizzante tutto in 1).
Ho quasi esaurito il Profito easy life, ma in casa ho del Seachem Fluorish, direi che può andare bene come tutto in 1 (peraltro ha anche un poco di N e P).
“Davanti all'acquario si può star delle ore assorti in fantasticherie, come si contemplano le fiamme del caminetto o le rapide acque di un torrente. E si imparano molte cose durante questa contemplazione. Se gettassi su di un piatto della bilancia tutto ciò che ho imparato a comprendere in quelle ore di meditazione di fronte all'acquario, e sull'altro tutto ciò che ho ricavato dai libri, come rimarrebbe leggero il secondo!”
Konrad Lorenz, L'anello di Re Salomone.
paperino
Legend
Legend

Avatar utente
 
Messaggi: 2589
Iscritto il: giovedì 31 dicembre 2009, 21:38
Località: Savona

Re: fertilizzazione fai da te

Messaggioda marco66 » lunedì 29 gennaio 2018, 14:08

Bene, vuol dire che erano affamate e adesso hanno la possibilita' di nutrirsi correttamente.Non ti resta che calcolare i consumi settimanali di ferro e macro ed andare avanti cosi'(sempre buttando un occhio ai segnali che le piante ti danno meglio dei test stessi).
Il Seachem Flourish non è propriamente un" tutto in uno settimanale",ma puo' essere adattato in questo caso,se ce l'hai usalo ovviamente.
Buon lavoro e facci vedere i risultati tra un po' ;)
Immagine
Immagine
marco66
Moderatore
Moderatore

Avatar utente
 
Messaggi: 2932
Iscritto il: martedì 27 dicembre 2011, 3:11
Località: susa(to)

Re: fertilizzazione fai da te

Messaggioda paperino » venerdì 6 aprile 2018, 23:24

Tutto procede alla grande! Alghe sparite, le piante crescono e il notevole perlage dimostra che la fertilizzazione va abbastanza bene. Ho seguito i vostri consigli e sto procedendo così:
1) Seachem Flourish usato giornalmente come fertilizzante di base, doso 0,25 ml circa al giorno (per circa 50 litri netti)
2) i macro da integrare per primi erano senz'altro i fosfati, quindi li ho innalzati a 0,1 mg/l (per ora) dosando una soluzione fai da te giornaliera di KH2PO4.
3) per i micro integro con pastiglie JBL Ferrotabs a scioglimento lento.
I valori sono questi:
pH 6,8
KH 3
CO2 15 mg/l (19 bolle/min)
GH=6
Fe da 0,1(dopo fertilizzazione) a 0 (fine fotoperiodo)
No3 = 25 mg/l
PO4 = 0,1 mg/l
T = 24 °C
Osservo che mi scende piano piano il KH, o è l'akadama (strano però, me l'aveva dat @Pierre e proveniva da una sua vasca vissuta), oppure sono le lumache, che non elimino.... integro di tanto in tanto con prodotto innalzatore di KH.
Ho notato anche una certa fragilità di alcune potature, direi che è indice di una piccola carenza di potassio, che penso dovrò integrare con PMDD a base di sale di potassio
Il rapporto NO3/PO4 non è ottimale (10/1), non so se aumentare ancora la dose di fosfato visto che tutto sommato la vasca va bene.
Le piante crescono abbastanza velocemente, ma quasi niente le Anubias, la Echinodorus e le felci Microsorum Pteropus e soprattutto la Bolbitis heudelotii che è ancora ricoperta di alghe brune. Non riesco a capire il perchè... :?:
“Davanti all'acquario si può star delle ore assorti in fantasticherie, come si contemplano le fiamme del caminetto o le rapide acque di un torrente. E si imparano molte cose durante questa contemplazione. Se gettassi su di un piatto della bilancia tutto ciò che ho imparato a comprendere in quelle ore di meditazione di fronte all'acquario, e sull'altro tutto ciò che ho ricavato dai libri, come rimarrebbe leggero il secondo!”
Konrad Lorenz, L'anello di Re Salomone.
paperino
Legend
Legend

Avatar utente
 
Messaggi: 2589
Iscritto il: giovedì 31 dicembre 2009, 21:38
Località: Savona

Precedente

Torna a Prodotti di supporto alla coltivazione delle piante acquatiche e palustri

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti